IFFR: Due cortometraggi dell'International Film Festival 2020 di Rotterdam evidenziano l'esperienza dall'America centrale al Pakistan e oltre.
Neil Young
Young è un collaboratore regolare di Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 13 febbraio 2020

La Espera, La processione perduta

Danilo do CarmoJakob KreseBani Abidi

La Espera

Ricordi la roulotte migrante? Per diversi mesi nel 2018 l'esodo semi-organizzato di diverse migliaia da Honduras, Guatemala, Nicaragua e El Salvador, andando lentamente a nord con l'intenzione di attraversare il confine con gli Stati Uniti, era una caratteristica regolare nei titoli delle notizie di tutto il mondo. Soprattutto nel USA, dove la presunta «minaccia» della Carovana ha avuto un ruolo importante nelle elezioni di medio termine dei primi di novembre.

Con l'avvicinarsi della giornata elettorale, i rapporti nei media di destra del paese sono stati sempre più dominati dall'iperbole che spaventa. Ma poi, non appena i sondaggi si sono chiusi ed è diventato evidente che Donald TrumpIl Partito Repubblicano si era esibito al di sotto delle aspettative, l'intera storia sembrava misteriosamente svanire nell'etere ...

Più di un anno dopo, il reportage poetico di Danilo do Carmo e Jakob Krese La Espera (L'attesa) ora cerca - nel corso di circa 14 minuti chiari di catturare scorci di un singolo periodo di ventiquattro ore - per mostrare i volti e le voci delle persone ordinarie, pazienti, povere e disperate che componevano il Caravan.

Tra la bellezza di un tramonto messicano rurale, i falò e le tende sono vivi al frastuono della conversazione e alle risate dei bambini. I volti sono illuminati dalle fiamme tremolanti e sottili, proiettate in una sagoma severa ed espressiva; i fari di automobili e camion sfrecciano in lontananza, sfocati per l'astrazione.

la presunta «minaccia» della Carovana ha avuto un ruolo importante nelle elezioni di medio termine di inizio novembre.

Ritagli di dialogo sono udibili in modo intermittente tra il ronzio degli insetti, delineando la situazione con poche parole economiche: «Le persone sono così persistenti ...»; «Non saremo felici da nessuna parte finché non avremo raggiunto la nostra destinazione ...»; «Finché ci sarà Donald Trump, non ci sarà alcun rifugio per noi ...»; «Siamo a un passo dal confine ...»; «Ritornare non è un'opzione, immagino.»


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



COMMENTO 1

perché non lasciare un commento?