«Il potere della mafia è istituzionalizzato»

MAFIA: Modern Times Review ho incontrato la fotografa italiana Letizia Battaglia nella Berlinale Lounge per parlare del suo lavoro fotografico e della mafia italiana oggi.
Soldati Astra
Zoldnere è un regista lettone, curatore e pubblicista. Lei contribuisce regolarmente a Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 21 marzo 2019

Scritto con Truls Lie.
Sparare alla mafia (2019, di Kim Longinotto, leggi la recensione qui) è un ritratto della vita e del lavoro di Letizia Battaglia - l'unico fotografo che ha scattato foto alla mafia negli anni '70. Era il periodo in Sicilia quando le persone venivano uccise quotidianamente dalla Mafia o da Cosa Nostra e Letizia ha catturato queste tragedie nelle sue toccanti foto in bianco e nero.

Quando hai iniziato a scattare foto per accompagnare i tuoi articoli a 40 anni, ti sei reso conto di preferire la fotografia alla scrittura. È stata una coincidenza o forse il destino?

Non credo nel destino. È stata una scelta All'epoca ero l'unico fotografo mafioso. Mi sono davvero opposto alle azioni della mafia con tutti i mezzi che sono riuscito a trovare. Sì, ho ricevuto minacce di morte e mi è stato chiesto di lasciare Palermo, ma sono rimasto e ho continuato a farlo. Non è solo nel mio lavoro fotografico che ho resistito alla corruzione, all'ingiustizia e agli angoli sbagliati. Ho combattuto contro di essa - con e senza la mia macchina fotografica.

Le tue foto della mafia sono scattate in ambienti estremi, ma c'è così tanta poesia e sensibilità in esse. Come riesci a raggiungere questo obiettivo in una situazione così difficile?

La fotografia è uno strumento fantastico, che dipende dalla persona che lo utilizza. Le foto riflettono anche la personalità del fotografo. Se una persona è crudele, le foto lo riveleranno. Se una persona ha dentro di sé poesia e sensibilità, allora questo sarebbe visibile anche nelle loro foto.

Come donna hai dovuto lottare per riuscire a fare foto. Pensi che avresti scattato foto diverse se fossi un uomo?

Se fossi un uomo, sarei diverso. Adoro le foto scattate dalle donne. Se una donna ha talento, è molto più coraggiosa, molto più attenta e rispetta i suoi soggetti nelle sue foto più di un uomo. In generale, non ci sono molte fotografe di guerra femminili. Penso che le donne abbiano maggiori probabilità di esplorare la vita e cos'è la vita. Non ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)