L'arte del cinema documentaristico

MESSA A FUOCO: La programmatrice IDFA Laura van Halsema su «Focus: rilasciando la storia».
Bianca-Olivia Nita
Bianca-Olivia Nita
Bianca è giornalista freelance e critica documentarista. Collabora regolarmente con la Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 8 novembre 2019
Laura van Halsema-IDFA-in primo piano

Il programma Focus: rilasciando la storia is IDFALa nuova puntata della sua serie di lunga data sull'arte del cinema documentaristico. È una selezione di 11 film composti interamente da filmati preesistenti, come materiale d'archivio, filmati domestici e filmati trovati, tutti che guardano all'atto emotivo e politico dei registi di reinterpretare la storia con un nuovo sguardo.

Come è nata l'idea della Focus speciale di quest'anno?

Ogni anno ci siamo avvicinati a un'angolazione diversa: cinematografia, sound design, montaggio. L'anno scorso abbiamo avuto un programma incentrato sull'uso dello spazio. E l'archivio fa parte del documentario in molti modi. Potremmo facilmente trovare film usando filmati d'archivio, ma abbiamo deciso di cercare film che usano filmati d'archivio in modi diversi e non solo parti, ma film realizzati esclusivamente con filmati esistenti - come filmati, filmati domestici, cose che le persone trovano sul web.

Puoi dirmi qualcosa in più sui criteri di selezione? Ad esempio, perché Andrei Ujica Fuori dal presente - una parte di una trilogia fatta di filmati d'archivio?

Andrei Ujica è un esempio interessante. Alcuni registi hanno davvero ...


Caro lettore. Hai già letto una recensione gratuita / leggi un articolo oggi (ma tutte le notizie del settore sono gratuite), quindi torna domani o effettua il login se sei un abbonato? Per 9 euro, avrai pieno accesso a circa 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche e riceverai le prossime riviste stampate.

Accedi