Informazioni

    Il controllo della società e dei ribelli

    TARDA MODERNITÀ: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?

    L'incontrollabilità del mondo
    Autore: Hartmut Rosa
    Editore: Libri di politica, UK


    (Tradotto da Inglese di Google Gtranslate)

    Hartmut Rosa si è distinto come critico classico della modernità, ma con nuovi approcci. La sua prima opera importante, uscita in inglese con il titolo Accelerazione, è stato seguito lo scorso anno da un altro grande progetto, risonanza, che costituisce la base del nuovo - e molto più breve - libro L'incontrollabilità del mondo.

    Nell'introduzione all'edizione inglese, Rosa nota come il concetto principale dell'originale tedesco, «Unverfügbarkeit», sia quasi intraducibile. In norvegese, potremmo voler parlare di sregolatezza (o «inflessibilità»), o qualcosa che non è a nostra disposizione. La cosa indisciplinata è, per Rosa, nell'esperienza che resiste al nostro impulso di controllo, al nostro desiderio di dominare e predire il mondo e quindi farlo nostro. Se questo impulso umano non è una novità, Rosa sottolinea giustamente che è nei tempi moderni che siamo diventati veramente liberi da controllo su larga scala: la mappatura militare dei tempi moderni e la colonizzazione del mondo si sono combinate con il soggiogamento della natura attraverso la scienza . Questa ideologia, incorporata in sistemi sempre nuovi di amministrazione e strumenti tecnici, diventa un tentativo aggressivo di sottomettere non solo ciò che è selvaggio e straniero, ma anche ciò che è casuale e incomprensibile, le nostre vite e il mondo che ci circonda.

    ciò che scompare è l'accettazione e la capacità di, godere e vivere con l'incontrollabile.

    Ciò che scompare è l'accettazione e la capacità di, godere e vivere con l'incontrollabile, crede Rosa. In un primo momento, il libro appare più come letteratura di saggezza poetica che come teoria sociologica. Il problema che affronta può essere eterno e poco chiaro, ma Rosa mostra che noi uomini della tarda età moderna abbiamo un rapporto stranamente travagliato con l'incontrollabile nella vita.

    L'incontrollabilità del mondo

    Ottimizzazione e liste di cose da fare

    Nel nostro tempo, cerchiamo non solo di pianificare il concepimento e il parto, ma anche la genetica, la salute e la prima infanzia dei bambini, con un misto di contraccezione, manipolazione genetica, interventi medici, allarmi e apparecchiature di monitoraggio. Se qualcosa va storto, è colpa nostra, la responsabilità è totale perché c'è sempre di più che avresti potuto e dovuto fare per garantire il risultato, ovvero la vita e la salute del bambino.

    Più avanti nella vita, il bambino sente l'enorme responsabilità di fare qualcosa da solo, ma dopo la scuola primaria, possibilmente anche il liceo, si passa dall'aver pianificato tutto intorno a dover scegliere tra un numero folle di possibilità in quanto impossibile da controllare - e il risultato è il panico.

    cerchiamo anche di pianificare la genetica, la salute e l'educazione precoce dei bambini, con un mix di prevenzione, manipolazione genetica, salute e educazione precoce, contraccezione, ingegneria genetica, allarmi e apparecchiature di sorveglianza.

    Lasciare che la vita vada per la propria strada diventa un'alternativa ovvia, ma la paura di sbagliare diventa imminente: la scelta della carriera è già abbastanza difficile, mentre la scelta notoriamente rischiosa del compagno di vita si cerca di mettere al sicuro attraverso vari accorgimenti e riserve. Dove non hai il pieno controllo, vai per l'ottimizzazione: massimizzare il risvolto con un partner sulle app di appuntamenti. L'ottimizzazione del proprio corpo, della propria salute e delle proprie prestazioni è diventata normale nello stile della tendenza «il sé quantificato» - body hacking, strumenti di analisi, matrici di efficienza. La vita diventa sempre più come un'eterna manovra, una lista di controllo o una lista di cose da fare, mentre il contatto interpersonale spontaneo scompare.

    Gruppi professionali comunicativi come operatori sanitari e insegnanti sperimentano che il contatto umano e gli scambi fruttuosi sono oscurati da misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche. La vecchiaia è bollata come una malattia e la morte diventa un'ultima intollerabile provocazione contro il progetto moderno, che frustrantemente può essere superato solo con il suicidio o con misure transumaniste di vita eterna.

    Qualcosa ci chiamerà

    Il punto di Rosa non è che dobbiamo andare all'estremo opposto e lasciare andare le cose, o rinunciare alla responsabilità. L'idea è che ottenere l'accesso al mondo non deve essere confuso con averlo sotto il nostro controllo.

    Il turismo diventa un esempio: per allontanarci dalle nostre eterne liste di cose da fare, viaggiamo altrove e dichiariamo lo stato di emergenza, per sperimentare le cose e lasciare che la vita continui. Ma anche l'esperienza diventa una merce e qualcosa che deve essere padroneggiato e documentato. Il vero incontro è assente.

    Nonostante tutti i nostri sforzi per controllare il mondo, speriamo segretamente che qualcosa ci chiamerà, sottolinea Rosa - qualcosa di inaspettato o qualcosa di nuovo che è nascosto nel conosciuto. Qualcosa che vuole qualcosa con noi, un incontro inaspettato che ci cambia. Sottolinea che questa è la storia che viene raccontata in tutte le interviste a personaggi famosi: ciò di cui vogliamo sentire sono le conversioni improvvise, le rivelazioni, una persona o un luogo o un libro che ha fatto sembrare tutto diverso, un'ispirazione improvvisa , una chiamata.

    Le sfumature religiose in tali descrizioni puntano nella giusta direzione per Rosa: il termine stesso «Unverfügbarkeit» è stato usato dal teologo radicale Bultmann, che si è ispirato al filosofo esistenziale Kierkegaard. La religione, con le sue radici premoderne, porta in sé un impulso più profondo, un desiderio di essere ascoltata e invocata.

    Magia e scienza

    La scienza moderna è, come molti antropologi hanno sottolineato, più vicina alla magia che alla religione, poiché mira a controllare il mondo e acquisire potere su ciò che lo circonda. Il desiderio di tale potere è un desiderio pericoloso e forse impossibile. Non possiamo desiderare un robot o amare un gatto robot, sottolinea Rosa. L'altra parte deve avere volontà propria o resistere per essere interessante, per richiamare la nostra attenzione e il nostro desiderio.

    Quando sempre di più possono essere ordinati, controllati e prodotti con la semplice pressione di un pulsante, il mondo diventa sempre più silenzioso: è ai nostri piedi, ma non ci parla più, avverte Rosa. Nell'era dell'accesso, anche la passione e il desiderio umano sono in ritirata, come discute Pettmann nel suo libro Picco della libido. Quello che hanno in comune è il desiderio di capire cosa serve per avere un contatto reale con il mondo e le altre persone nel momento del calcolo. L'incontrollabile emerge nella sua forma negativa come problemi ambientali e caos politico, forse proprio perché abbiamo perso la capacità di ascoltare e toccare.

    Grazie per aver letto. Hai letto 29240 recensioni e articoli (oltre alle notizie del settore), quindi potremmo chiederti di prendere in considerazione un sottoscrizione? Per 9 euro, ci sosterrai, avrai accesso a tutte le nostre riviste cartacee online e future - e otterrai la tua pagina del profilo (regista, produttore, festival ...) agli articoli collegati. Ricorda anche che puoi seguirci Facebook o con il nostro newsletter.

    Anders Dunkerhttp://www.andersdunker.com
    Dunker è un filosofo norvegese e collaboratore regolare.

    Ti potrebbe piacere ancheRELATIVA
    Consigliato a te

    GENERE: Il fascino del lavoro come processo e piacereIn un libro scritto in modo delizioso, Salomé Aguilera Skvirsky delinea, analizza e nomina un genere visivo che tutti conosciamo ma che non abbiamo ancora imparato ad apprezzarne appieno il potenziale e le implicazioni.
    GENERE: Il punto di vista delle donne giapponesiUna panoramica esclusiva dei diversi ruoli che le donne giapponesi svolgono nella società.
    ARTE: Il rapporto tra arte e politicaSebbene molti dei mecenati di oggi utilizzino l'arte come un gigantesco pilastro pubblicitario, cosa può ancora fare l'arte quando i politici mentono?
    MEDIA: Con quanto anticipo devi sapere cosa stai cercando?La profilazione, il controllo delle informazioni, le sollecitazioni sulla regolazione del comportamento e la vendita di dati personali dovrebbero rivelarsi la realtà, piuttosto che la realizzazione di Internet come rete pubblicista.
    TARDA MODERNITÀ: Il controllo della società e dei ribelliLe persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?
    COVID-19: Nessuno conosce il futuroUn raduno di voci influenti da tutto il mondo per valutare le possibilità progressive sulla scia di COVID-19.
    - Annuncio pubblicitario -
    X