Più

    Il cartello viene disegnato e scavato cadaveri degli eserciti riluttanti del Messico

    GUERRA DROGA: Intrappolati in un'architettura di potere ingiustamente corrotta, molti messicani sono soggetti alla collusione tra criminalità organizzata e istituzioni statali in un micidiale concerto di terrore.

    Orginal title: Soleils Noirs)
    Director: Julien Elie
    Producer: Julien Elie
    Country: Canada

    Guarda questo film per gentile concessione di occhiello sotto (soggetto ai mercati disponibili)

    «Vorrei essere Superman», afferma un proprietario di una sala da biliardo nello stato messicano di Guerrero, verso la fine del documentario di Julien Elie Soli oscuri. Ha trascorso il suo tempo fuori dal lavoro nei cinque anni da quando suo fratello è stato rapito perlustrando le colline per il corpo. Speciali poteri a infrarossi gli avrebbero permesso di vedere semplicemente attraverso la terra, senza bisogno di piccone e pala. Tuttavia, non è tanto il lavoro che lo turba. La ricerca di un familiare è pericolosa: sono scomparsi così tanti messicani che inevitabilmente ritrova altri resti. Sono i cari perduti di altre famiglie, ma per i corrotti che li hanno sepolti lì, sono prove scomode e minacce ai suoi. . .

    Caro lettore. Per continuare a leggere, crea il tuo account gratuito con la tua email,
    or accesso se sei già registrato (fare clic su password dimenticata, se non in una nostra e-mail).
    A sottoscrizione costa solo 9€ 🙂

    Carmen Gray
    Critico cinematografico freelance e collaboratore regolare di Modern Times Review.
    Il 24° Festival del documentario di Salonicco annuncia le attività di Agora Docs e le scadenze per la presentazioneAgora Docs torna per il prossimo 24° Festival del documentario di Salonicco, che si terrà dal 10 al 20 marzo 2022. #Agora Docs# stesso...
    IDFA 2021: i vincitori completiLa 34a edizione #IDFA ha annunciato i vincitori dei programmi del concorso durante la cerimonia di premiazione IDFA 2021. La cerimonia...
    ChileDoc scende su IDFA con una selezione diversificata di produzioni cileneIl 34° Festival Internazionale del Documentario di Amsterdam prende il via dal 17 al 28 novembre 2021. Con l'industria mondiale del documentario...
    CONFLITTO: La nostra memoria ci appartiene (regia: Rami Farah)Come si sopravvive in tempo di guerra? Dimenticando o ricordando...?
    AMBIENTE: Medusa (regia: Chloé Malcotti)Come le attività chimiche belghe hanno portato prosperità e inquinamento in un villaggio costiero italiano.
    GIUSTIZIA: Giudici sotto pressione (regia: Kacper Lisowski)L'incubo populista della Polonia visto attraverso la pressione senza precedenti dei giudici è ora sottoposto a uno stato dell'UE che sta rapidamente diventando un paria.
    BEIRUT: Polpo (regia: Karim Kassem)L'immobilità e la rinascita costituiscono una premurosa testimonianza delle conseguenze della potente esplosione di Beirut.
    CONFLITTO: Oscurità lì e niente di più (regia: Tea Tupajic)La ricerca di risposte di una donna bosniaca in un teatro buio.
    CINEMA: La storia della guerra civile (regia: Dziga Vertov)Pensato perduto per sempre, l'archivio del 1921 sulla guerra civile russa di Dziga Vertov debutta finalmente al pubblico 100 anni dopo.
    - Annuncio pubblicitario -

    Ti potrebbe piacere ancheRELATIVA
    Consigliato a te

    X