La scioccante realtà della discarica di rifiuti elettronici del Ghana, Sodoma, rivela la verità sulla nostra incessante necessità di un nuovo e migliore consumismo occidentale.
Soldati Astra
Zoldnere è un regista lettone, curatore e pubblicista. Lei contribuisce regolarmente a Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 25 ottobre 2018


Il documentario avvincente di Florian Weigensamer e Christian Krönes Benvenuti a Sodoma unisce mito e realtà. Il film racconta la vita nella discarica di rifiuti elettronici del Ghana, giustamente soprannominata Sodoma. Nelle sue condizioni tossiche e in gran parte malsane, uomini, donne e bambini raccolgono metalli da tonnellate di computer, smartphone, condizionatori d'aria e altri dispositivi elettronici. Sodoma è il volto nascosto di colorati centri commerciali, pubblicità luccicanti e le lunghe code per gli iPhone più recenti.

Il modo in cui funziona la nostra economia

Abbiamo tutti sentito che il consumo è la spina dorsale della crescita economica. Se uno consuma, i vincitori sono lavoratori, industria e Dio di oggi - l'economia. Da fonti come il documentario televisivo di Cosima Dannoritzer La lampadina Conspiracy Luce dal 2010, si può conoscere l'obsolescenza pianificata. Il concetto è che i prodotti sono appositamente progettati per non durare troppo a lungo, quindi devono essere sostituiti con un altro modello dopo un periodo di tempo limitato. La durata di vita di vari articoli viene ridotta artificialmente, partendo da lampadine e calze di nylon e terminando con diversi dispositivi elettronici. Ovviamente, l'industria continua a sviluppare i modelli più recenti e si assicura che sia considerato poco divertente passeggiare con un telefono cellulare di vecchia scuola. Questo è il paradosso di oggi: semplici oggetti funzionali sono diventati i nuovi status symbol della nostra società.

<br> [ntsu_youtube url = "https://www.youtube.com/watch?v=czRZlF60990

Il modello di consumo fa bene. E ogni anno 25,000 tonnellate di computer, smartphone e altri dispositivi elettronici non più funzionanti finiscono nella più grande discarica elettronica del mondo Sodoma vicino ad Accra, la capitale del Ghana. Ci sono prove che la maggior parte di questa spazzatura proviene dal mondo occidentale. Le circa 6000 persone che vivono e lavorano illegalmente in discarica partecipano al nostro gioco economico. Raccolgono gli oggetti di cui non abbiamo bisogno, ne ricavano metalli preziosi e poi li vendono.

«I prodotti sono appositamente progettati per non durare troppo a lungo, quindi devono essere sostituiti con un altro modello dopo un periodo di tempo limitato.»

Alla fine questi metalli vengono utilizzati per creare nuovi prodotti. Sembra ragionevole, e alcuni personaggi di Benvenuti a Sodoma sembra soddisfatto di questo modello economico. Uno di questi è Americo: «Sono un uomo d'affari. […] Più rifiuti portano, meglio è per la mia attività. Dovrebbero portare ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)