GIAPPONE: Miki Dezaki decise di capire perché una rete di persone potenti trovasse così importante rinchiudere le donne che chiedono giustizia per il lavoro sessuale in cui furono costrette durante la Seconda Guerra Mondiale.
Nina Trige Andersen
Nina Trige Andersen è una storica e giornalista freelance. Collabora regolarmente con la Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 18 marzo 2019

«Il problema delle donne comfort non è stato risolto», il regista Miki Dezaki scolpisce nella pietra dall'apertura del suo documentario. Che le forze occupanti utilizzino le donne locali per il lavoro sessuale è un fenomeno noto in molti contesti di guerra. Ciò che viene definito il termine «problema delle donne di conforto» è un sistema istituito dall'esercito giapponese negli anni '1940, quando il Giappone occupò gran parte dell'est e del sud-est Asia, Compreso Corea del Sud, i Filippine e l'ex Indocina francese.

Non più silenzioso

Sebbene la maggior parte di coloro che sono stati messi al lavoro come donne di conforto per i soldati giapponesi siano ovviamente morti, alcuni sono ancora vivi, così come la loro richiesta di riconoscimento e risarcimento. Il Giappone ha rifiutato per molti anni persino di parlare della questione e ha negato che qualsiasi cosa come un sistema di conforto femminile fosse mai stato messo in atto.

Molte donne avevano già taciuto per la maggior parte della loro vita, nascondendo il loro passato nella paura di come sarebbero state giudicate. Tuttavia, dagli anni '1990, il riconoscimento del problema delle donne di conforto e la richiesta che il Giappone si assumesse la responsabilità formale di esso, è diventato un movimento politico.

<br> [ntsu_youtube url = "https://www.youtube.com/watch?v=OtNuze8mNUQ

Ora il movimento neo-nazionalista in Giappone - e i suoi alleati politici negli Stati Uniti - stanno reagendo. Con il primo ministro giapponese Shinzō Abe e la ferma presa del potere del suo partito conservatore, i neo-nazionalisti e la loro ideologia di restituire gloria al passato militare giapponese hanno guadagnato terreno.

Chi e 'questa gente

Il regista giapponese-americano Miki Dezaki è stato catturato dallo stesso incendio quando ha iniziato a pubblicare video sul suo canale YouTube sulla società giapponese contemporanea, incluso il problema delle donne di conforto. Un americano noto come Texas Daddy ha iniziato ad attaccarlo online, e mentre cercava di capire chi fosse questo ragazzo e perché lui e molti altri stavano combattendo con veemenza per delegittimare le testimonianze delle ex donne di conforto, Dezaki ha svelato una rete globale di misogino e razzista revisionista i neo-nazionalisti che lavorano insieme per rivedere i libri di storia come parte centrale della loro pretesa di potere politico contemporaneo.

«Il Giappone ha negato che fosse stato messo in atto un sistema per il benessere delle donne.»

Quello che è iniziato come ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



perché non lasciare un commento?