PANTALONCINI: Neil Young su due importanti cortometraggi documentari tratti dal film / video alternativo di Belgrado
Neil Young
Young è un collaboratore regolare di Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 9 gennaio 2020

Ibarska Highway, Flânerie 2.0

Aleksandrija AjdukovićChloé Galibert-Laîné

Serbia, Francia

Autostrada Ibarska

Come dice la canzone, "la strada è lunga, con molte curve tortuose ...". La magistrala 22 della Serbia è ampiamente considerata come l'unica via più nota e pericolosa nell'ex stato jugoslavo, una nazione balcanica in cui le condizioni di guida pericolose sono - per varie ragioni interconnesse, socio-economiche - purtroppo tutt'altro che insolite.

Si estende per circa 298 km dalla periferia della capitale Belgrado al confine con il Montenegro, la «Strada statale 22» (S-22) è un nastro particolarmente trafficato e importante di asfalto. Resta tuttavia ostinatamente un affare di vecchia autostrada della vecchia scuola in ogni direzione; i margini sono costellati da bar affollati di rakija e ristoranti orientati alla carne, nonché da una miriade di abitazioni domestiche.

Ibarska Highway, un film di Aleksandrija Ajduković

Soprannominata "Ibarska Highway" per il modo in cui segue in parte i contorni del fiume Ibar, questo leggendario pezzo di infrastruttura sta diventando sempre più conosciuto oltre la regione grazie a un nuovo cortometraggio che porta il suo nome. Diretto da Aleksandrija Ajduković e curato da Miloš Korać, #Ibarska Highway è una variazione frenetica e vibrante del venerabile sotto-genere di «città sinfonica» del documentario creativo di cui Dziga Vertovè un classico silenzioso L'uomo con una cinepresa (1929) rimane l'esempio più noto.

Qui, tuttavia, l'attenzione si concentra esclusivamente su aree suburbane e quasi rurali, come la cittadina di Meljak, che S-22 taglia in due. I locali che partecipano a una festa di nozze si mettono in posa di fronte all'obiettivo di Ajduković, sfoggiando la loro raffinatezza. La loro esuberanza è contrapposta a scorci più calmi dei residenti lungo la strada che si godono i loro giardini, gli anziani evidentemente abituati da tempo a bloccare i suoni, gli odori e le immagini degli enormi camion che rimbombano con intensità da juggernaut. Una nota elegiaca è fornita da immagini di monumenti in ghirlanda di fiori alle numerose vittime del cosiddetto ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



perché non lasciare un commento?