ATTIVISMO: Un umiliante incontro di polizia infonde a un gruppo di studenti delle scuole superiori parigini un nuovo atteggiamento di dissenso nei confronti del controllo statale.
Carmen Gray
Carmen Gray
Critico cinematografico freelance e collaboratore regolare di Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 17 aprile 2019

Oggi i giovani francesi non sono molto politicizzati, sembra all'inizio Le nostre sconfitte. Proiettato alla Berlinale e Visions du Reel a Nyon, il documentario è tessuto da interviste individuali condotte a maggio e giugno 2018 con studenti di una scuola superiore Ivry-Sur-Seine nella periferia parigina. Tentano di rispondere a domande sulla filosofia di sinistra (sconcertata dalla definizione di cosa sia il comunismo, o cosa faccia un sindacato), i loro atteggiamenti verso lo sciopero e la resistenza (considerati non per loro) e le loro visioni del futuro (non comuni e indeterminate) . È una differenza clamorosa dall'atmosfera febbrile della protesta del campus del 1968, un confronto apertamente istituito quando gli studenti ricostruiscono scene e leggono brani di film di quell'epoca, come il classico New Wave di Jean-Luc Godard sui giovani rivoluzionari parigini La Chinoise (1967) e documentario sull'azione di sciopero Bene, amico di Chris Marker e Mario Marret (1968). Ma questa non è tutta la storia. Dopo tutto, questo è un film di Jean-Gabriel Périot. Il regista ha girato solo lungometraggi negli ultimi anni, ma il suo lodevole lavoro di repertorio in cortometraggi risale a quasi due decenni fa. Formalmente radicale e politicamente incline, il suo cinema spesso costruisce una rivelazione provocatoria e inaspettata o un cambiamento sovversivo. Questa volta non fa eccezione.

[ntsu_youtube url = ”https://www.youtube.com/watch?v=LdOZBpSVPmo

Una forma più profonda di rimpianto

La giovinezza delle Nostre sconfitte non è certo così diversa ...


Caro lettore. Hai già letto una recensione gratuita / leggi un articolo oggi (ma tutte le notizie del settore sono gratuite), quindi torna domani o effettua il login se sei un abbonato? Per 9 euro, avrai pieno accesso a circa 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche e riceverai le prossime riviste stampate.

Accedi