profile_cover
25 articolo (s)
Recensione del libro di Novacene in primo piano

L'uomo è come un fiore

TECNOLOGIA: Viviamo in TEMPI MODERNI dove l'intelligenza artificiale si evolve da sola e può diventare il nostro salvataggio, non la nostra morte.

Il sudore del lavoro

Il libro Move Fast and Break Things critica bruscamente Google, Facebook e Amazon, ma è allo stesso tempo in parte romantico e rozzo.

Il diavolo è nelle distrazioni

La solitudine è una riflessione occasionalmente interessante sulle molte qualità della solitudine in un tempo in cui siamo quasi sempre connessi con gli altri.

Un uomo insignificante

Critiche mediatiche. Il documentario indiano An Insignificant Man è un interessante esempio di come un movimento politico può iniziare e raggiungere l'autorità. [Il regista Khushboo Ranka e Vinay Shukla.]

Mamma Europa

Madre Europa ha dato alla luce molti bambini. Li ha allevati con amore e cura. Tra i bambini c'erano il Belgio e i gemelli chiamati Danimarca. Madre Europa continuava ad avere figli. [Direttore Petra Seliskar]

Tattiche subdole: neuromarketing

Non vogliamo essere ingannati dalla pubblicità. Ma il pensiero razionale non può decidere cosa vuole fare il nostro cervello rettiliano. Questo è il neuromarketing. [Regista Benoit Bringer]

Giorni frammentari a Mumbai

INDIA: una nuova generazione di registi indiani si occupa di documentari in molti modi diversi. Steffen Moestrup riferisce del Mumbai International Film Festival.

Buona spazzatura

Lo scarico di un altro camion carico di immondizia. La macchina di metallo si apre e esce un camion carico di bottiglie di plastica, verdure marce, rifiuti domestici, vecchi rottami di metallo e altri oggetti che si trovano in genere in un mucchio di immondizia. [Regista Shosh Shlam e Ada Ushpiz]

COME LO HO VISTO

Steffen Moestrup esamina la terra di confine tra antropologia visiva e cinema documentaristico e trova una ricchezza di riflessioni interessanti e utili.

Il bacio di Putin

Il bacio di Putin è uno sguardo interessante alla festa della gioventù fedele al Cremlino Nashi, ma il film non scende alle radici e manca di riflessione. [Regista Lise Birk Pedersen]
X