profile_cover
25 articolo (s)
Unghie in My Head-documentario-caratterizzato

Chiodi nel mio cervello

IDENTITÀ: Uno studio etnografico di uno strano mondo, presentato in un linguaggio cinematografico altamente personale e sperimentale. [Direttore Hilal Baydarov]
laura huertas millán-MTR-primo piano

Finzioni etnografiche: un ritratto di Laura Huertas Millán

SALONICCO: Sfidando le autorevoli visioni coloniali sull'esotismo, l'etnografia e l'antropologia, la cineasta e artista Laura Huertas Millán sta trasformando il cinema stesso nella sua forma tradizionalmente espressiva.
Joseph Stalin - Funerali di Stato

Funerali di Stato

STALIN: Il nuovo film di Loznitsa ha diversi livelli di sguardi che organizzano ciò che il pubblico vede. Un avvertimento tempestivo. [Direttore Sergei Loznitsa]
Rapporti familiari-documentari

Relazioni familiari

MI SONO IMBATTUTO: Una severa critica del modello musulmano di famiglia dall'interno e un'analisi sottile del patriarcato e dell'autoritarismo [Direttore Nasser Zamiri]
Asho-Iran Documentary-DokLeipzig

DokLeipzig presenterà documentari contemporanei dall'Iran

DokLeipzig: Uno sguardo al programma esteso del documentario iraniano presentato a DokLeipzig 2019.

Conoscere il mondo dei cinema multipli

MEDIA: Alimentando l'immaginazione, i desideri e le emozioni di vite sempre più mobili e sfollate, prendono forma i paesaggi dei media transnazionali.
Miloš Forman-documentary

Forman vs Forman

CINEMA: C'è una parte di Miloš Forman in ciascuno dei suoi film. [Direttore Helena Třeštíková]
sudan-documentario-Dokufest-2019

Parlando di alberi

SUDAN: Esplorare l'importanza del cinema per la democrazia. [Direttore Suhaib Gasmelbari]
isterica-commedia-documentario

Isterico

COMMEDIA: Seguendo due personaggi ai margini del circuito di New York City, Hysterical raffigura personalità che potrebbero benissimo essere più peculiari delle loro azioni. [Regista Paul Higbie e Seth Pompi]
-design-età-piattaforme tristi-book

L'era delle piattaforme

MEDIA: Analizzando le pratiche dei social media contemporanei piacciono le notizie false, Geert Lovink guarda verso una possibile fine del «nichilismo della piattaforma».
X