I profeti dicono che dobbiamo tornare indietro, i maghi evocano nuove strade. In un efficace mix di polemiche e storia culturale, questo libro mostra che l'ambiente è un prodotto delle idee che abbiamo al riguardo.
Anders Dunk
Dunker è un filosofo norvegese e collaboratore regolare.
Data di pubblicazione: 27 settembre 2018

Il mago e il profeta: due straordinari scienziati e le loro visioni duellanti per modellare il mondo di domani
Autore: Charles C. Mann
Alfred A. Knopf, New York, 2018,

Il giornalista scientifico e autore Charles C. Mann è noto per i suoi libri 1491 ed 1493 sull'America prima e dopo Colombo - descritta come una trasformazione ecologica culturalmente generata, piena di connessioni inaspettate. Il mix di parassitologia, demografia, ecologia e agronomia riappare nel suo nuovo libro, che parla del futuro tanto quanto del passato.

«Viviamo tutti entro i limiti assoluti della natura e dobbiamo comportarci di conseguenza.»

Mann prende parte alla sua storia e attinge alla sua esperienza giornalistica in tutto il mondo, dove l'agricoltura e l'ecologia sono state fondamentali. Comincia il suo libro con un incontro con il leggendario microbiologo Lynn Margulis, che ha incontrato nella sua città natale da giovane, e successivamente incontra come docente all'università. Con una prospettiva scientifica e distante sulla situazione dell'umanità, bilanciata, forse, da una calda ammirazione per il microbiota, mostrò ai suoi studenti un film time-lapse di batteri che si moltiplicavano attorno a un alimento. Presto il loro numero accelera, spinge verso il bordo della capsula di Petri, consuma la sua ultima alimentazione e muore. Per Margulis la somiglianza con la situazione dell'umanità era più che un'analogia libera, ma piuttosto una conseguenza innegabile delle stesse leggi della natura.

Sentinelle profetiche

Che tutti viviamo entro i limiti assoluti della natura e che dobbiamo comportarci di conseguenza è il messaggio centrale del «profeta» nel libro di Mann, William Vogt, che nel 1948 pubblicò il suo Road to Survival. Gli avvertimenti di Vogt furono seguiti da inquietanti opuscoli e ammonimenti non dispiaciuti, come quelli di Osborn Il nostro pianeta saccheggiato, Di Ehrlich La bomba della popolazione e The Club of Rome's I limiti alla crescita.

Mann si prende cura di descrivere il percorso di Vogt da un ornitologo per hobby a un famoso ambientalista, e di come ha esplorato le sottili connessioni dell'ecologia rivelando la vulnerabilità della vita. Nella giovinezza di Vogt, gli sforzi per sradicare la malaria hanno portato alle paludi drenate in tutti gli Stati Uniti, anche sulla sua amata Long Island, con conseguenze fatali


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)