RUSSIA: L'incontro con Gorbachev è un ritratto intimo e coinvolgente dell'uomo che involontariamente ha provocato il crollo dell'Unione Sovietica.
Nick Holdsworth
Giornalista, scrittore, autore, regista ed esperto di industria cinematografica e televisiva - Europa centrale e orientale e Russia.
Data di pubblicazione: 29 ottobre 2018

In Incontro con Gorbachev, Il regista tedesco Werner Herzog e il produttore britannico Andre Singer, offrono uno sguardo raro nel mondo privato di Mikhail Gorbachev.

In una serie di interviste con Gorbachev che, sebbene sempre più fragile fisicamente, conserva la sua acuta intelligenza e acuto intelletto, Herzog descrive la vita di un uomo che descrive accuratamente come «uno dei più grandi leader del ventesimo secolo».

Nitido e divertente

Una volta ogni giorno sotto i riflettori dell'attenzione internazionale, Gorbachev, ora all'età di 87 anni, rivela di non aver perso nulla del suo umorismo e dell'umanità caratteristici. Herzog è pronto a dimostrarlo, con filmati che includono materiale normalmente lasciato sul pavimento della sala di taglio. C'è il buffo scherzo che fa al tecnico del suono russo che indossa il microfono («Sta cercando di prendere qualcosa dalla mia tasca!»), E il ricordo di Gorbaciov di un incontro prebellico con etnici tedeschi in un vicino kolchoz (fattoria collettiva) da ragazzo, che ha fatto un meraviglioso pan di zenzero, lasciandolo con un'impressione positiva per tutta la vita dei tedeschi. E per i cognoscenti, una breve occhiata all'inizio del film di Pavel Palazhchenko, l'interprete che ha lavorato con lui dagli anni '1980, una presenza onnipresente in eventi storici come gli accordi strategici di riduzione delle armi nucleari di Reagan-Gorbachev.

Herzog si chiede ad alta voce se Gorbaciov sia semplicemente educato, ma conclude che è davvero un tipo decente.

Herzog, lui ora 76enne e con la reputazione di regista piuttosto estremo, presenta un'opera molto amorevole su un uomo che ha avuto un profondo impatto sul destino della sua stessa nazione.

Dal mezzo del nulla

Narrato dappertutto dallo stesso Herzog, nel suo inglese accentuato, piuttosto rauco, con accento tedesco, Incontro con Gorbachev aleggia ai bordi dell'agiografia. Segue il filmato di Gorbaciov che viene presentato con una scatola di cioccolatini senza zucchero dai registi (appositamente realizzato da un «cioccolatiere londinese», ci dice Herzog), a scatti del cimitero di famiglia nella fattoria collettiva. Durante le riprese aeree del villaggio della nascita di Gorbachev, osserva, «è difficile immaginare che da un luogo così abbandonato da Dio in mezzo al nulla, uno dei più grandi ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



perché non lasciare un commento?