Più

    Sulle straordinarie conquiste di un uomo comune

    LINGUA: Attraverso i lunghi viaggi e ricerche di un uomo nell'arco di 25 anni, viene creato uno studio comparativo di 4 lingue indiane.
    Director: Nandan
    Producer: Nandan
    Country: India

    (Tradotto da Inglese di Google Gtranslate)

    Il documentario Sognando parole fornisce una preziosa visione della complessa realtà del contemporaneo India. Ciò che rende questo modesto film basato su interviste particolarmente eccezionale è la calma che crea un contrasto con i tempi turbolenti in cui viviamo oggi e crea anche un contesto adatto per il focus del film, cioè le straordinarie conquiste della gente comune. Una persona, in realtà.

    Dreaming of Words-documentario-India
    Dreaming of Words, un film di Nandan

    Dizionario multilingue

    Il film è completamente incentrato su un uomo, Njattyela Sreedharan, «uno straordinario lessicografo» che ha abbandonato la scuola elementare dopo la quarta elementare, ma che in seguito ha creato un dizionario multilingue che collega quattro lingue indiane, Malayalam (45 milioni di madrelingua), kannada (43 milioni di madrelingua), tamil (75 milioni di madrelingua) e telugu (82 milioni di madrelingua). Viaggiando attraverso il Kerala, il Karnataka, il Tamilnadu e l'Andhra Pradesh, gli stati dell'India meridionale dove le persone parlano queste lingue e facendo ricerche intensive, Sreedharan ha trascorso venticinque anni a creare questo dizionario unico.

    L'India è uno di quei paesi in cui il Covid-19 la pandemia ha avuto l'impatto più forte. Ha aumentato gli attriti sociali e ha sollevato le tensioni all'interno delle sue molteplici strutture politiche, sociali e culturali, con conseguente messa a tacere di voci dissenzienti e violazioni della libertà accademica. Sognando parole non affronta direttamente queste controversie, ma le lotte odierne, così come gli inconvenienti della sua storia postcoloniale, risuonano chiaramente ovunque, . . .

    Caro lettore. Per continuare a leggere, crea il tuo account gratuito con la tua email,
    or accesso se sei già registrato (fare clic su password dimenticata, se non in una nostra e-mail).
    A sottoscrizione costa solo 9€ 🙂

    Melita Zajc
    Il nostro collaboratore regolare. Zajc è un antropologo e filosofo dei media.
    Il 24° Festival del documentario di Salonicco annuncia le attività di Agora Docs e le scadenze per la presentazioneAgora Docs torna per il prossimo 24° Festival del documentario di Salonicco, che si terrà dal 10 al 20 marzo 2022. #Agora Docs# stesso...
    IDFA 2021: i vincitori completiLa 34a edizione #IDFA ha annunciato i vincitori dei programmi del concorso durante la cerimonia di premiazione IDFA 2021. La cerimonia...
    ChileDoc scende su IDFA con una selezione diversificata di produzioni cileneIl 34° Festival Internazionale del Documentario di Amsterdam prende il via dal 17 al 28 novembre 2021. Con l'industria mondiale del documentario...
    CONFLITTO: La nostra memoria ci appartiene (regia: Rami Farah)Come si sopravvive in tempo di guerra? Dimenticando o ricordando...?
    AMBIENTE: Medusa (regia: Chloé Malcotti)Come le attività chimiche belghe hanno portato prosperità e inquinamento in un villaggio costiero italiano.
    GIUSTIZIA: Giudici sotto pressione (regia: Kacper Lisowski)L'incubo populista della Polonia visto attraverso la pressione senza precedenti dei giudici è ora sottoposto a uno stato dell'UE che sta rapidamente diventando un paria.
    BEIRUT: Polpo (regia: Karim Kassem)L'immobilità e la rinascita costituiscono una premurosa testimonianza delle conseguenze della potente esplosione di Beirut.
    CONFLITTO: Oscurità lì e niente di più (regia: Tea Tupajic)La ricerca di risposte di una donna bosniaca in un teatro buio.
    CINEMA: La storia della guerra civile (regia: Dziga Vertov)Pensato perduto per sempre, l'archivio del 1921 sulla guerra civile russa di Dziga Vertov debutta finalmente al pubblico 100 anni dopo.
    - Annuncio pubblicitario -

    Ti potrebbe piacere ancheRELATIVA
    Consigliato a te

    X