Come la «generazione Y» è stata ingannata dalla promessa neoliberista.
Soldati Astra
Zoldnere è un regista lettone, curatore e pubblicista. Lei contribuisce regolarmente a Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 25 settembre 2018

Millennials e i momenti che ci hanno reso: una storia culturale degli Stati Uniti dal 1982 ad oggi
Autore: Shaun Scott
Zero Books, 2018,

Di Shaun Scott Millennials e i momenti che ci hanno reso: una storia culturale degli Stati Uniti dal 1982 ad oggi ritratti Millennials o «Generazione Y». Nati tra il 1982 e il 2000, i membri di questa generazione si caratterizzano per essere esperti di tecnologia, lenti fino all'età adulta e più facili da accettare per la diversità razziale, etnica e sessuale. L'autore descrive la «condizione millenaria» usando frammenti simili a puzzle della sua biografia personale, economia neoliberale, politica, cultura pop, sport e videogiochi. Anche se scritto sugli Stati Uniti, il libro può essere facilmente compreso dagli europei, poiché la maggior parte di noi vive nella stessa zona culturale ed economica, a parte il fatto che il sistema sociale in Europa non è ancora completamente distrutto.

Cresciuto da TV e videogiochi

Io, l'autore di questa recensione, sono un Millenario, solo che non sono nato negli Stati Uniti ma nell'Unione Sovietica, che è crollato quando avevo sette anni. All'inizio noi, i bambini dall'altra parte del muro, volevamo tutto: MTV, scarpe da ginnastica, Barbie e gelato colorato. Il tempo è passato e abbiamo iniziato a essere critici nei confronti della bolla superficiale dei consumatori con cui la cultura americana ci stava ipnotizzando. Quindici anni fa ho visitato gli Stati Uniti per la prima volta e ricordo ancora una conversazione con una mamma della classe media che non riusciva a smettere di parlare di tutto il lavoro che fa per pagare la scuola privata dei suoi figli. La cosa triste era che questa mamma vedeva di rado i bambini di cui era così preoccupata. I suoi figli, come quelli che Shaun Scott descrive nel suo libro, sono stati cresciuti da genitori surrogati: televisione e videogiochi. I tempi in cui un genitore lavoratore poteva sostenere la famiglia erano finiti e la cultura pop commerciale faceva di tutto per colmare il divario.

La politica è pop

Tuttavia, non erano solo la musica, i film e i videogiochi a fungere da animatori. I politici hanno partecipato allo stesso gioco. Negli anni '90, quando milioni di Millennial stavano raggiungendo la pubertà, la relazione sessuale del presidente Bill Clinton con Monica Lewinsky divenne un divertente reality show. Fare battute sui pompini è diventato parte dell'agenda quotidiana dei giovani.

Con l'9 settembre 11 il gioco è diventato più serio. La televisione ha giocato un ruolo importante per assicurarci che il collettivo americano ...


Caro lettore. Hai letto 3 recensioni / visualizzazioni questo mese (le notizie sono gratuite). Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione o accedi qui sotto se ne hai uno? Sono solo 9 euro trimestrali e avrai pieno accesso a circa 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e riceverai le prossime riviste stampate.

Accedi