IDFA 2021: i vincitori completi

La 34a edizione IDFA ha annunciato i vincitori dei programmi del concorso durante la cerimonia di premiazione dell'IDFA 2021. La cerimonia si è svolta al Compagnietheater di Amsterdam, oltre ad essere trasmessa in live streaming.

Vincitore IDFA 2021

  • Miglior film: Signor Landsbergis (Lituania, Paesi Bassi) di Sergei Loznitsa
  • Miglior Regia al Concorso Internazionale: Diem Ha Le per I figli della nebbia (Vietnam)
  • Miglior montaggio: Danielius Kokanauskis per Signor Landsbergis (Lituania, Paesi Bassi)
  • Premio IDFA per la migliore fotografia: Dove siamo diretti? (Bielorussia, Russia), girato e diretto da Ruslan Fedotow.
  • Miglior film in concorso Envision: Polpo (Libano, Qatar, Stati Uniti).
  • Miglior regia al Concorso Envision: Pim Zwier per Oh, raccogliere le uova nonostante i tempi (Olanda)
  • Eccezionale contributo artistico: Lindiwe Matshikiza per Uno prendi la grazia (Sud Africa).
  • Menzione Speciale Immagina: Pelle (Brasile) di Marcos Pimentel.
  • Premio IDFA DocLab per la saggistica immersiva: Museo dell'Austerità (Regno Unito).
  • Premio speciale della giuria per la tecnologia creativa: Simbiosi (Olanda).
  • Premio IDFA DocLab per il Digital Storytelling: Non (ri)risolto (Stati Uniti, Paesi Bassi).
  • Il Premio Speciale della Giuria per la Tecnologia Creativa: Ravi ed Emma (Australia) di Kylie Boltin, Ella Rubeli, Ravi Vasavan ed Emma Anderson.
  • Concorso IDFA per cortometraggi: Manuale (Germania, Bielorussia) di Pavel Mozhar
  • Menzione speciale: Sussurri di lupo (Francia) di Chloé Belloc.
  • Miglior film giovanile: Shamira Raphaëla per Shabu (Paesi Bassi, Belgio).
  • Menzione Speciale al Concorso IDFA per Documentari Giovanili: Acqua, Vento, Polvere, Pane (Iran) di Mahdi Zamanpoor Kiasari.
  • Migliore prima caratteristica: Dove siamo diretti? (Bielorussia, Russia), diretto da Ruslan Fedotow.
  • Menzione speciale: I figli della nebbia (Vietnam) di Diem Ha Le.
  • Miglior film olandese: Maasja Ooms per Jason (Olanda).
  • Menzione speciale: Housewitz (Paesi Bassi) di Oeke Hoogendijk.
  • Premio FIPRESCI: Jafar Najafi per Truccatore (Iran).
  • Premio Beeld en Geluid IDFA ReFrame per il miglior uso creativo dell'archivio: Robin Hunzinger per Ultraviolette e la banda degli sputatori di sangue (Francia).
  • Menzione speciale: Sergei Loznitsa per Babi Yar. Contesto (Paesi Bassi, Ucraina)

CARO LETTORE.
Che dire di a sottoscrizione, per l'accesso completo e 2-3 copie cartacee nella tua posta all'anno?
(Modern Times Review è un'organizzazione senza scopo di lucro e apprezzo molto questo supporto da parte dei nostri lettori.) 

Modern Times Review
Le novità del settore sono fatte da noi. Contatto Steve Rickinson.

Ultime notizie

X