É Tudo Verdade-Cannes-Docs

Amir Labaki fondatore e direttore di È tutto vero, che celebra quest'anno la sua 25esima edizione.

Anna Glogowski come moderatrice e direttrice di festival, è consulente internazionale e membro della giuria di molti festival di documentari.

Con gli ospiti:

Petra Costa in anteprima The Edge of Democracy at Sundance Film Festival 2019 e da allora ha guadagnato una certa popolarità poiché il documentario è stato pubblicato da Netflix arrivando anche a una nomination agli Oscar, ma il suo lavoro precedente non è meno interessante. È stata membro dell'Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche ed è nota per i suoi film al limite della finzione, come Olmo e il gabbiano (2015). Il suo lavoro ha vinto numerosi premi, al Festival di Rio de Janeiro, al London International Documentary Festival e al Cine Las Americas International Film Festival, DOCSDF e Cinema Eye Honors, per citarne alcuni.

Andrés Di Tella Fondatore del Festival Internacional de Cine Independiente # di Buenos Aires e uno dei giornalisti investigativi vivi durante il periodo militare in Argentina. Il suo lavoro di giornalista lo pone in una posizione unica come uno dei più importanti cineasti di documentari in America Latina oggi, in particolare con il suo impegno nel ritrarre la storia importante. Ha numerosi film per la tv e ha scritto molto sul cinema. Professore in visita in diverse università, dirige il Princeton Documentary Festival presso la Princeton University.

It's All True è un festival di documentari di lunga data di Brasile che è stato un faro del cinema documentario e del dibattito socio-politico per l'America Latina per un quarto di secolo. Da Covid-19, sono diventati molto attivi online, con dibattiti e tavole rotonde, collaborando in questo momento con la sezione del Festival di Cannes Cannes Docs - Marché du Film.

Amir fa un'introduzione a questi ospiti eccezionali e, subito, Andrés ci parla del successo e dell'importanza del fallimento. Andando avanti per discutere le difficoltà di introdurre il regista come una finestra sulla storia in gioco, Petra prosegue con la questione del colonialismo e della macchia nella vista di tutto ciò che viene ritratto come un erede di una famiglia bianca con un passato colonialista .

Approfondire l'argomento di colonialismo e le considerazioni da fare quando si guarda attraverso la finestra per raccontare una storia, la soggettività e la necessità di comprendere il ruolo del regista come creatore di una narrazione.

Andrés ci accompagna nella comprensione della natura della prima persona che parla in un documentario come un conglomerato di opinioni di una squadra che lavora in un documentario e che si addentra anche nella realizzazione di film autobiografici su una famiglia di razza mista.

Inoltre, Petra ci offre un assaggio del viaggio emotivo di trauma, le vertigini e il tradimento si sentirono mentre la democrazia brasiliana crollava, vista da una ricca famiglia bianca - i suoi nonni - confrontandosi con la comprensione di una famiglia che era già cambiata per opporsi alle visioni coloniali - i suoi genitori.

Entrambi raccontano storie sulle tensioni, le connessioni e le rivelazioni portate alla luce indagando sulla storia della famiglia e sul processo che comporta come regista di documentari. Andrés spiega come si avvicina alle riprese del documentario cercando di non sapere cosa sta facendo, mostrando debolezza e permettendo fragilità, in un processo di esplorazione. Proprio come Petra concorda sulla generosità di esporsi mentre si fa saggistica.

Interessanti esperienze con le tecnologie 360 ​​e la realtà virtuale vengono discusse insieme all'importanza più approfondita della narrazione e alla possibilità di testare la sensazione di pressioni sociali, come il razzismo, da queste tecnologie immersive.

Con il nuovo formato online al Cannes Docs - Marché du Film, i colloqui sono dinamici e sorprendentemente coinvolgenti. Forse perché gli host si sentono a proprio agio nelle loro case e noi, come partecipanti, possiamo vederli da vicino e intimi. L'intera esperienza viene integrata con un efficiente sistema di domande e risposte che consente al pubblico di partecipare ampiamente.