PALESTINA: Un cineasta palestinese ha creato un importante documentario sul passato travagliato della sua gente trovando vecchi filmati considerati persi.
Hans Henrik Fafner
Fafner è un critico regolare in Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 18 novembre 2019

Il I palestinesi? Loro chi sono? Una tale gente non esiste. Questa è l'essenza di cosa israeliano il premier ministro Golda Meir disse negli anni '1970. In realtà, ha appena espresso ciò che provava gran parte del mondo occidentale. A quei tempi, i palestinesi erano associati a dirottamenti aerei e terrore. Pochissimi li vedevano come un legittimo movimento nazionale.

Questo, ovviamente, è cambiato. Il movimento di liberazione della Palestina, fondato nel 1964, ha ottenuto il riconoscimento internazionale. Ora, pur vivendo ancora sotto l'occupazione e sparsi per il Medio Oriente nei campi profughi, pochi mettono in dubbio l'affermazione dei palestinesi sulla popolazione. Ma il fatto è che ciò non è avvenuto a causa di un improvviso cambiamento di opinione da parte palestinese. Da quando sono stati sfrattati dalla loro terra natale nel 1948, si sono considerati un popolo. Nonostante tutte le accuse, hanno sempre visto la loro lotta come una legittima lotta per la libertà e la giustizia. Una lotta per l'amore e la dignità.

È difficile da dimostrare se ti manca la documentazione. Cineasta palestinese Mohanad Yaqubi, uno dei fondatori dell'outfit con sede a Ramallah, Idioms Films, ha deciso di fare esattamente questo. Quando gli israeliani hanno invaso Libano nel 1982 la maggior parte dei film realizzati dalla rivoluzione palestinese, come la chiama lui, andarono persi. Quindi si è preso l'impegno scrupoloso di raccogliere pezzi, copie inviate ai festival cinematografici internazionali prima del 1982 e lasciato lì. Quale materiale a portata di mano, ha ricostruito la memoria collettiva del popolo palestinese. Yaqubi ha creato un meraviglioso documentario dipingendo un quadro di sentimenti e pensieri palestinesi e uno molto diverso dalla solita narrativa.

Comprensione dei guerriglieri

Un cinegiornale di Gerusalemme nel 1930 ci dice che ci sono tre quarti di un milione di arabi e 160,000 ebrei nel paese. Il prossimo filmato è del febbraio 1933. Hitler è salito al potere. Gli ebrei dell'Europa orientale sono sempre stati perseguitati, ma non in Germania. Sotto Hitler, tuttavia, l'antisemitismo divenne istituzionalizzato. Veloce …


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



COMMENTO 1

perché non lasciare un commento?