ChileDoc scende su IDFA con una selezione diversificata di produzioni cilene

Il 34th Festival internazionale del documentario di Amsterdam kicks si svolge dal 17 al 28 novembre 2021. Con l'industria del documentario mondiale che scende ancora una volta nella capitale olandese, ogni paese porta i suoi migliori contenuti di saggistica. Modern Times Review ancora una volta punta i riflettori sulla Delegazione cilena, con l'aiuto di CileDoc, le cui tre produzioni e coproduzioni sono in offerta a IDFA 2021.

A parte le selezioni ufficiali e del forum IDFA, Cile porterà anche cinque film a Docs for Sale. Di seguito, troverai l'elenco completo delle produzioni e coproduzioni cilene che saranno presenti durante l'IDFA 2021. Tutti i registi coinvolti nelle selezioni ufficiali e del forum IDFA saranno presenti in loco ad Amsterdam attraverso il festival.

Travesti Odyssey, un film di Nicolás Videla
Travesti Odyssey, un film di Nicolás Videla

Luminoso

  • Travesti Odissea (dir. Nicolás Videla; prod. Nicole Bonilla, Nicolás Videla) – Cile, Agrentina
    L'ultima esibizione del Cabaret Travesía Travesti coincide con l'esplosione sociale in Cile il 18 ottobre 2019. Nel bel mezzo della rivolta, Anastasia fatica a riunire gli ex membri di un cast fratturato, ma Maraca, la sua migliore amica, non vuole continuare con il gioco. Amnesia, regista e ultimo artista rimasto nella compagnia, intraprende un viaggio cinematografico attraverso gli archivi e le interviste di un gruppo di amici le cui dispute storiche rivelano dietro glitter, piume e perline le complessità dell'amicizia, dell'eredità e della collettività in questo sistema patriarcale.

La Casa, un film di Bettina Perut, Iván Osnovikoff
La Casa, un film di Bettina Perut, Iván Osnovikoff

Forum IDFA 2021

  • Alis (dir. Nicolas van Hemelryck, Clare Weiskopf; prod. Nicolas van Hemelryck, Clare Weiskopf, Lise Lense, Alexandra Galvis, Radu Stancu) – Colombia, Romania, Cile
    Come proiettare il tuo destino quando nasci senza opportunità? Le ragazze adolescenti che vivevano nelle spietate strade di Bogotà chiudono gli occhi e sognano un compagno di classe immaginario. La loro narrativa piena di sentimento rivela una straordinaria perseveranza nel rompere il ciclo della violenza e abbracciare il futuro.
  • La casa (dir. Bettina Perut, Iván Osnovikoff; prod. Iván Osnovikoff, Bettina Perut, Maite Alberdi, Dirk Manthey, Alexandra Galvis) – Cile, Germania
    In Cile si scatena una rivolta sociale e una pandemia globale costringe le persone al confino. Spostiamo la nostra attenzione verso l'interno di una casa, rivelando un universo multidimensionale inaspettato.

Bastian, un film di Lorena Zilleruelo
Bastian, un film di Lorena Zilleruelo

Documenti in vendita

  • Bastian (dir. Lorena Zilleruelo; prod. Elisa Sepúlveda, Quentin Laurent) – Cile, Francia
    Un'enorme commozione scuote la mia famiglia quando, all'età di 13 anni, mia cugina Andrea decide di cambiare sesso. Inizia un intenso e doloroso processo di comprensione, lutto e accettazione che, a poco a poco, consente la nascita e il consolidamento di un adolescente felice e sicuro di sé.
  • l'immersione (dir. Felipe Zúñiga; prod. Alejandra Vargas Carballo, Alejo Crisóstomo) – Costa Rica, Cile
    Rosmeri è una donna che vive in un villaggio sfollato dall'eruzione di un vulcano, ha gli occhi stanchi, la pelle dura e un sorriso caloroso. Dice che il vulcano "è suo amico". Come ultima abitante della città fantasma, cerca di portare a termine la routine della sua vita, ma niente è più lo stesso. Le pressioni della famiglia e delle autorità pubbliche non bastano a farle rinunciare alla sua casa, ai suoi ricordi e alle immagini di una vita passata. Questo film è il ritratto degli ultimi giorni di una donna che non ha il paesaggio in faccia ma lo porta dentro di sé.
  • Interferenza (dir. Juan Carlos Soto; prod. Francisca Arce) – Cile
    Un documentarista indaga su uno strano crimine avvenuto 47 anni fa. Ma scoppia la pandemia di covid-19, costringendola a lasciare le indagini incompiute. Isolata in quarantena, ipotizza possibili soluzioni al misterioso delitto.
  • Nest (dir. Josefina Pérez-García, Felipe Sigala; prod. Josefina Pérez-García, Felipe Sigala) – Cile
    L'industria immobiliare ha destabilizzato l'ambiente naturale della città di Concón, sulla costa cilena, costringendo gli abitanti e i paesaggi della regione a trovare nuovi modi per adattarsi e sopravvivere. Nest raffigura la convivenza delle specie e la trasformazione accelerata dei paesaggi a causa dell'occupazione umana.
  • Marlen, un ritratto di tette pelose (dir. Javier de Miguel; prod. Laura Donoso) – Cile
    Durante la pandemia di COVID-19, Marlén, una giovane adulta con le tette, intraprende un viaggio personale nel passato, analizzando i ricordi di come il mondo reagisce alla sua corporeità. Marlén racconta la famiglia e l'amore, comprendendo le sue tette pelose come il centro della costruzione del suo genere, piacere e sessualità.

Trova maggiori informazioni sulla rappresentanza cilena completa nella loro Catalogo IDFA 2021

CARO LETTORE.
Che dire di a sottoscrizione, per l'accesso completo e 2-3 copie cartacee nella tua posta all'anno?
(Modern Times Review è un'organizzazione senza scopo di lucro e apprezzo molto questo supporto da parte dei nostri lettori.) 

Modern Times Review
Le novità del settore sono fatte da noi. Contatto Steve Rickinson.

Ultime notizie

X