Informazioni

    Delegazione cilena porta 5 progetti a Sunny Side of the Doc 2021


    (Tradotto da Inglese di Google Gtranslate)

    Dal 21 al 24 giugno 2021, Lato Sunny del Doc torna a La Rochelle con il tema di questioni di narrazione. In questi 4 giorni, 42 progetti provenienti da 18 paesi fanno parte della selezione ufficiale del 2021 e delle attività di settore.

    Di questi 18 paesi, Cile continua la sua forte proiezione di documentari negli ultimi tempi con una selezione diversificata di progetti che verranno mostrati attraverso le selezioni ufficiali di Sunny Side of the docs e il suo mercato del settore. Tenuto principalmente online, questo mercato del settore ospita un ambiente virtuale in cui il Cile e tutte le delegazioni nazionali possono presentarsi a una raccolta internazionale di decisori.

    Il 21 giugno (17:00 CET) ci sarà la possibilità di incontrare la delegazione cilena. Sarà composto dai produttori cileni Carola Fuentes (La Ventana Cine), Gonzalo Argandoña (Cábala Producciones), Ignacia Merino (Tres Tercios), Miguel Soffia (Siamo del Sud), e Loreto Contreras (Errante Producciones), così come CileDoc L'amministratore delegato Paola Castillo e il direttore Paula Ossandon.

    Poi, il 24 giugno, la presentazione del Cile al Sunny Side del Doc Wildlife & Conservation Pitch, Estremo delle Americhe, ha luogo.

    Leggi tutto sui progetti che rappresentano il Cile di seguito e scopri ulteriori informazioni su Sunny Side of the Doc 2021 - QUI

    Selezione ufficiale

    Piazzola per la conservazione della fauna selvatica e la conservazione

    • Estremo delle Americhe (dir. Miguel Soffia, Kelsey Eliasson; prod. Karine Genest, Miguel Soffia) – Cile, Canada
      Il cambiamento climatico è un dato di fatto della vita lungo i confini estremi delle Americhe. nel nord Canadae Patagonia cilena, i residenti non parlano più di 'se' e 'quando'; cambiamento climatico modificheranno le loro terre. Lo affrontano semplicemente come parte di una realtà quotidiana. Estremi delle Americhe guarda al cambiamento climatico da una prospettiva locale. Sia dagli umani che dagli animali che vivono all'estremità del Nord e del Sud America. Questa serie innovativa registra le idee e i pensieri di un mondo che cambia attraverso le parole e le azioni delle persone che vivono nel cuore della crisi climatica.

    Delegazione Cilena

    • Chilepolis (dir. Simón Vargas; prod. Magdalena Hurtado, Ignacia Merino) – Cile
      Chilepolis è un programma televisivo documentario su uno dei temi più rilevanti e contingenti al mondo e in Cile: migrazione. In ogni puntata si conosceranno le storie di tre migranti giunti in Cile da diversi Paesi. Di origini, modi di pensare e di essere diversi, il nostro obiettivo è collaborare per una società più inclusiva, sotto il termine: migrare è un diritto umano. Confidiamo nella ricchezza generata dalla commistione di idee e modi di agire provenienti da diverse parti del mondo. In questo modo creiamo un nuovo Chilepolis.
    • Memoria implacabile (dir. Paula Rodríguez Sickert; prod.Paola Castillo)- Cile
      La scoperta di alcuni file dimenticati in un museo in Berlino motiva un viaggio che rivela uno degli episodi più oscuri e silenziati della storia del Cile e Argentina. Margherita, una giovane mapuche accademico, scopre le testimonianze di popolazioni indigene che furono deportate e spogliate delle loro terre durante le campagne militari del XIX secolo. Commosso dalla scoperta, intraprende un viaggio per percorrere i sentieri di deportazione che i suoi antenati hanno fatto cento anni fa.
    • Rompere il mattone (dir/prod. Carola Fuentes, Rafael Valdeavellano) – Cile
      Nel più neoliberista paese del mondo, milioni di cileni insorgono in una rivolta popolare per sfidare le teorie di Milton Friedman imposte dalla dittatura di Pinochet. Mariana (50) è una delle vittime del modello. Ramiro (70) è uno dei beneficiari. In un anno indimenticabile per l'umanità, entrambi subiranno una trasformazione inaspettata, mentre il Paese sceglie di rivedere il modello con la creazione di una nuova Costituzione.
    • I guardiani delle Ande (dir. Fernando Garabedian; prod. Fernando Acuña, Gonzalo Argandoña, Alex Eduardo Córdova) – Cile, Perú
      All'altezza del un altro Empire, i bambini venivano sacrificati sulle vette più alte d'America per essere custodi dell'abbondanza: erano i Capac Cocha. La mummia del Bambino di Cerro El Plomo, portata alla luce nel 1954, è stata la prima scoperta di tali offerte conservate in alta quota. Attraverso esami all'avanguardia e un viaggio attraverso Cile e Perù, scopriremo i segreti della cerimonia di Capac Cocha.
    Modern Times Review
    Le novità del settore sono fatte da noi. Contatto Steve Rickinson.

    Ultime notizie

    X