POLONIA: Di fronte alla crescente intolleranza, il ŻubrOFFka Short Film Festival prende posizione.
Neil Young
Young è un collaboratore regolare di Modern Times Review.
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2019

La città polacca dell'Estremo-Oriente di Białystok («Bi-awy-stok »), città natale dell'inventore dell'esperanto Ludwik Zamenhof, rivendica anche una nota a piè di pagina nella storia del cinema: i favolosi ragazzi Kaufman — Denis Uomo con una cinepresail visionario creatore Dziga Vertov), ​​Boris (per il quale ha vinto l'Oscar alla cinematografia Fronte del porto) e Mikhail (allo stesso modo un notevole DoP) - lo chiamavano tutti a casa. Mel Brooks, alcuni dei cui membri della famiglia provengono da questa zona storicamente contestata, ora situata al confine con Bielorussia, nominata una delle sue creazioni più stravaganti in suo onore: Max "Bialystock" (sic), l'impresario magnificamente illuso interpretato da Zero Mostel nel 1967 commedia classica I produttori.

Amore Incondizionato

Mezzo secolo dopo, il principale contributo attuale di Białystok alla cultura cinematografica è il festival del cinema ŻubrOFFka, una vibrante vetrina di cortometraggi la cui 14a edizione si è svolta dal 4 all'8 dicembre 2019. Il premio principale della giuria internazionale, il «Grand Prix» del valore di 10,000 złoty (€ 2,350), è andato a una delle produzioni più lunghe in mostra. Rafał Łysak's 40 minuti Amore Incondizionato (Miłość Bezwarunkowa), ha anche preso il primo posto nella votazione del pubblico, ottenendo così un ulteriore 6,000 złoty (€ 1,400). Il premio del pubblico è il «Wild Bison Award», in onore della fauna emblematica di questa regione «Podlaskie». «Żubr» in polacco, la bestia presta il nome alla famosa vodka (Żubrówka), dopo la quale il festival ŻubrOFFka, altrimenti nessun collegamento con la compagnia alcolica, prende il nome in modo punitivo.

Questo doppio smorfia per Amore Incondizionato non è stata una sorpresa: il film di Łysak era tutt'altro che nuovo, essendo stato presentato in anteprima Cracovia nel maggio 2018, ma era comunque uno dei progetti più attillanti di tutto il festival. Esamina sensibilmente, in modo intelligente e, a volte, esplora in modo umoristico questioni di omofobia, pregiudizio e intolleranza ispirata alla religione attraverso il rapporto tra lo stesso Łysak e la sua devota e nonna ottantenne Teresa.

La sola vedova Teresa, che prende molto sul serio la sua bibbia, si preoccupa continuamente della vita amorosa di Łysak, evidentemente preoccupata che l'orientamento sessuale di suo nipote si tradurrà in una solitudine dolorosa - in un «bavaglio», che cerca sempre di abbinarlo ottimisticamente con le sue collaboratrici. Volatile e imprevedibile, Teresa gradualmente, a malincuore, viene a patti con il 21 ° secolo in un film che adotta un approccio accessibile e imparziale all'argomento potenzialmente incendiario.

«Ultras»

Lo stato e i diritti di LGBT+ persone a maggioranza cattolica Polonia, una nazione governata dal 2015 dal Partito cristiano e populista-conservatore Law & Justice (Prawo i Sprawiedliwość, o "PiS" in breve), ha suscitato notevoli controversie all'interno e senza i suoi confini.

Un significativo punto di infiammabilità si è verificato nello stesso Białystok il 20 luglio, quando la prima marcia per l'uguaglianza della città (spesso soprannominata una "marcia dell'orgoglio" o un evento "orgoglio gay") è stata violentemente attaccata dai manifestanti di estrema destra, la maggior parte dei quali "ultras" di calcio da in altre parti del paese - il nucleo è il maschio, i giovani fan della squadra locale Jagiellonia Białystok. Le brutte scene sono state trasmesse in giro per la Polonia e ben oltre, rafforzando la percezione generale di Białystok e Podlaskie essendo la «cintura biblica della Polonia» e una «roccaforte» per PiS.

Lo stato e i diritti delle persone LGBT + nella Polonia a maggioranza cattolica ... ha suscitato notevoli controversie all'interno e all'esterno dei suoi confini.

La situazione è un po 'più complicata: mentre la Podlaskie rurale è in realtà dominata dal PiS (16 dei 32 seggi del consiglio della contea), l'organizzazione è meno popolare a Białystok, dove è responsabile l'opposizione Civic Coalition e il sindaco Tadeusz Truskolaski - eletto per un quarto mandato nel 2018 — è indipendente. È un modello visibile in tutta Europa a livello regionale e nazionale: le aree rurali scarsamente popolate votano conservatore, anche di estrema destra; le città tendono a favorire il centro-sinistra. Podlaskie ha la più bassa densità di popolazione di qualsiasi provincia polacca; Bialystok è la seconda città più densamente popolata, dietro solo la capitale Varsavia.

Invariabilmente presi di mira dai tagli dei finanziamenti da parte dei politici reazionari, gli eventi culturali hanno un ruolo vitale nel contrastare l'inondante ondata di intolleranza. Gli organizzatori di rubrOFFka, che hanno favorito con successo una nuova atmosfera alla moda negli ultimi dieci anni, ne sono ben consapevoli: «non possiamo ... camminare pigramente per violenza, pervasivi discorsi d'odio, mancanza di tolleranza o razzismo. Gli eventi che hanno avuto luogo a Białystok nel luglio di quest'anno ci hanno toccato profondamente ... », hanno scritto in collaborazione con una barra laterale speciale, Short Films About Hate.

Zubroffka_19.91_post
19 | 91, un film di

19|91

La programmazione consapevole della tolleranza era evidente in tutte le sezioni, forse in modo molto toccante Emilia Śniegoska's 24 minuti 19|91 , un altro contendente nella competizione principale. Una prima mondiale a Cracovia un anno dopo Amore Incondizionato, questo è uno studio di carattere osservazionale della studentessa tedesca Jette di 19 anni, che trascorre un'estate a Varsavia con la Zsofia di 91 anni pur soffrendo ancora per la morte inaspettata di suo padre. Il soggiorno di Jette fa parte di un programma che riunisce tedeschi e polacchi per curare le ferite profonde della seconda guerra mondiale. Le conseguenze di questo trauma sono profondamente sentite in luoghi come Białystok: le atrocità includono un incidente incredibilmente vile nel giugno 1941, quando le forze naziste ordinarono a 2,000 cittadini ebrei nella Grande Sinagoga di Suraska Street prima di chiudere le porte e bruciare l'edificio.

Varsavia notoriamente vide anche molto più della sua quota di orrori; nel film di iegniegoska, è una città europea moderna, rilassata, che da molti punti di vista assomiglia all'odierna Berlino. Questo è lo sfondo di una storia delicata e affascinante di amicizia e solidarietà femminile che abbraccia entrambe le estremità della fascia d'età. È discutibile se la telecamera di Śniegoska sia una presenza invadente per il finale commovente, dato che Jette e Zsofia si scambiano i loro addii pieni di lacrime, ma 19|91 è tuttavia nel complesso difficile resistere come pegno persuasivo a valori umanistici semplici e duraturi.

Foto di presentazione: Unconditional Love, un film di Rafał Łysak.


Caro lettore. Puoi ancora leggere 2 articoli gratuiti questo mese. Per favore registrati per sottoscrizioneo accedi di seguito se ne hai uno.


Siamo dentro MODERN TIMES REVIEW ha bisogno del tuo supporto per andare avanti. Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai pieno accesso a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.



perché non lasciare un commento?