AMERICA: Attraverso l'eloquenza del silenzio, dell'eco e del mimetismo come strumenti chiave di sfida, la stella del football americano Marshawn Lynch tesse la sua eredità.
Steve Rickinson
Steve è il responsabile delle comunicazioni per Modern Times review. Ha sede ad Amsterdam.
Data di pubblicazione: 12 gennaio 2020

Nel vasto panorama sportivo degli Stati Uniti, il mese di gennaio è unico. È il mese apparentemente invaso da un singolare evento atletico professionale: i playoff della NFL. Anche se certamente arrugginito sugli attuali dettagli della National Football League (forse a causa del perpetuo mal di cuore che mi è stato concesso dai miei amati New York Jets), ho notato che il mese ha già visto molti dei nomi del gioco da l '(ultimo) decennio sparpagliato su onde radio e pagine sportive: Tom Brady, Aaron Rogers, Richard Sherman e altri.

Un altro nome simile dalla conversazione dei playoff della stagione è Marshawn Lynch. Altrimenti noto come «Beast Mode», il talentuoso e feroce Lynch è stato a dir poco un enigma autentico durante il suo decennio + carriera. Ora al suo secondo stint con l'organizzazione Seahawks di Seattle (con la quale ha vinto il Super Bowl del 2013 ed è tornato in uno sforzo perdente l'anno successivo, insieme al già citato Richard Sherman), Marshawn Lynch rimane uno dei personaggi più colorati dei giochi (look no oltre il suo tra cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump), il solitario, ma imponente, 1.80 m / (98 kg) Running Back si è costantemente trovato al centro di molte attuali battaglie ideologiche ed esperienziali combattute attraverso i media, le sfere politiche e sportive degli Stati Uniti.

È interessante notare che è in questo costante discorso specifico per i media in cui il fuori campo Marshawn Lynch forse svolge le sue azioni più influenti. Nella summenzionata stagione 2013 del Super Bowl, Lynch ha deciso di smettere del tutto di parlare con i media (almeno sul disco). Negli Stati Uniti, ovviamente, non trattando i tuoi obblighi nei confronti dei media, specialmente come un atleta di punta, si incontrano gravi conseguenze finanziarie e un invito all'abbondanza di speculazioni che ne derivano. La maggior parte delle risposte della stampa pubblica di Lynch erano parole singole o frasi sintetiche: «Sì», «Sono grato». La sua risposta del Super Bowl dei media del 2015, «Sono proprio qui, quindi non vengo multato, fratello», tagliato in profondità nella fame insaziabile dei media per il controllo narrativo e con Lynch che è una figura afro-americana di spicco, esacerbando il sottostante , razza rara non detta ...


Caro lettore. Hai letto 5 articoli questo mese. Potremmo chiederti di supportare MODERN TIMES REVIEW con una corsa sottoscrizione? Sono solo 9 euro trimestrali da leggere e avrai accesso completo a quasi 2000 articoli, tutte le nostre riviste elettroniche - e ti invieremo le prossime riviste stampate.
(Puoi anche modificare la tua pagina di presentazione connessa)



perché non lasciare un commento?