Informazioni

    Cambiamento climatico: più grave del coronavirus

    CLIMA: Il film di apertura di CPH: DOX mostra come i giovani attivisti danesi stanno combattendo per un futuro più verde.
    Director: Phie Ambo
    Country: Denmark

    (Tradotto da Inglese di Google Gtranslate)

    La democrazia funziona. È possibile che i cittadini, anche bambini e giovani, influenzino le decisioni politiche importanti. Il media fornisce semplicemente un'immagine distorta dei politici e dei loro partiti politici. Perché i politici vogliono effettivamente agire contro cambiamento climatico e cooperano attraverso le linee del partito.

    Questo è ciò che spiega il regista Phie Ambo dopo aver terminato il suo documentario 70 / 30 con il sottotitolo «corsa della democrazia contro la crisi climatica». Il film è stato presentato in anteprima mondiale a CPH: DOX il 21 aprile.

    Un'elezione per il clima

    In un paese in cui il primo ministro si è dichiarato «primo ministro dei bambini», bambini e giovani hanno manifestato settimana dopo settimana davanti al suo Parlamento. Vogliono che i politici dimostrino che gli adulti in Danimarca sono in prima linea nella battaglia per il clima come buon esempio. Anche i genitori, i nonni ei loro amici si sono uniti alle manifestazioni, mostrando come tutti i danesi dovrebbero essere dietro una Danimarca che prende il comando.

    Alle elezioni di giugno 2019, il governo centrale è passato di mano. Una «maggioranza rossa» ha aperto la strada all'adozione di un piano d'azione per il clima: la costruzione di isole energetiche e lo stop all'estrazione di petrolio e gas dal Mare del Nord. L'elezione è stata una «elezione per il clima».

    Questo flusso di eventi merita un documentario. Ovviamente, il regista non poteva sapere come si sarebbero sviluppate le cose quando avesse deciso il compito. Per alcuni mesi le è stata data l'opportunità di seguire quattro attori chiave nella costruzione e nello sviluppo di un movimento popolare, dell'instaurazione dell'alleanza tra i giovani e del presidente della commissione per il clima del Parlamento e dell'ulteriore cooperazione tra i politici durante il negoziati e adozione in Parlamento.

    70 / 30 è anche la storia del membro del Parlamento e presidente della commissione per il clima, Ida Auken. A causa del suo intenso lavoro sulla causa del clima, si è ammalata di stress e non ha potuto partecipare alle negoziazioni delle sue principali scoperte. Inoltre il documentario è la storia del ministro del clima Dan Jørgensen, che non ha potuto partecipare allo sviluppo del sostegno popolare al clima, ma come ha detto «ha dovuto sedersi e scendere a compromessi che guideranno lo sviluppo». Ma probabilmente sono soprattutto i giovani del film a costituire i suoi veri protagonisti. Selma de Montgomery e Esther Michelsen Kjeldahl di Venerdì per il futuro e il Movimento studentesco verde, rispettivamente.

    È possibile che i cittadini, anche bambini e giovani, influenzino le decisioni politiche importanti.

    Sorprendentemente silenzioso

    Il film parla della Danimarca. Racconta quanto sia relativamente facile guadagnare influenza. I giovani possono - se esprimono i loro punti attraverso manifestazioni - avere l'opportunità di entrare in contatto con i principali negoziatori sul suo futuro. Non si tratta Estinzione ribellione, che tra l'altro non è menzionato in una sola parola nel film. Per l'atmosfera è positiva, sì quasi cordiale. Anche un membro di spicco del Partito popolare danese è visto nel film ricevere un caloroso abbraccio. La domanda che naturalmente deve essere poi sollevata è: chi era veramente che dovrebbe fare da contrappunto e minacciare il futuro dei giovani? Qui, il film è sorprendentemente silenzioso, non ha linguaggio e sembra implicare che ulteriori desideri di obiettivi climatici possano essere risolti in modo simile.

    Cosa vuole il regista con questo film? Per dire a un pubblico che funziona tutto, quello democrazia opere, che i giovani siano ascoltati; che si possa parlare di coinvolgimento dei cittadini in Danimarca.

    Ida Auken - mediatore tra la pressione popolare e il Parlamento, oltre ad essere un negoziatore centrale - è forse il principale punto focale del film. È stata lei, come portavoce per il clima dei social liberali e presidente della commissione per il clima, a trasmettere i messaggi dei giovani al Parlamento. Quando è tornata al lavoro politico dalla sua malattia legata allo stress, aveva lasciato l'incarico che le aveva permesso di trasmettere le opinioni dei giovani al Parlamento. Era diventata un membro del partito di governo e ora, come ministro del clima, ha dovuto «sedersi e scendere a compromessi che guideranno lo sviluppo».

    Auken pronuncia anche l'osservazione di chiusura del film: «Credo davvero che funzionerà». In cosa crede e cosa si può fare per il clima all'interno della logica del tema del film? La risposta sta soffiando nel vento.

    Il film parla della Danimarca.

    Un nuovo standard

    I pandemia ha stabilito un nuovo standard per come la società danese può stare insieme per difendersi. Le precedenti restrizioni sulla fornitura di supporto e assistenza sono state revocate. La domanda è se in seguito la popolazione sia disposta a subire simili cambiamenti radicali in termini di clima. O ricadrà nella vecchia e familiare ruota del criceto?

    Una transizione di successo è subordinata al fatto che molte persone siano consapevoli della gravità del riscaldamento globale. Chi guiderà sul territorio le soluzioni per il clima e chi - come Greta - organizzerà gli scioperi scolastici? Data la gravità della situazione climatica, è necessario considerare molti tipi di azioni. Forse saranno gli scolari a ricordarci l'arma dello sciopero generale - per il clima e un futuro per i nostri bambini e giovani.

    Puoi guardare il film in streaming doxonline.dk fino al 5 maggio.

    Grazie per aver letto. Hai letto 17126 recensioni e articoli (oltre alle notizie del settore), quindi potremmo chiederti di prendere in considerazione un sottoscrizione? Per 9 euro, ci sosterrai, avrai accesso a tutte le nostre riviste cartacee online e future - e otterrai la tua pagina del profilo (regista, produttore, festival ...) agli articoli collegati. Ricorda anche che puoi seguirci Facebook o con il nostro newsletter.

    Niels Johan Juhl-Nielsen
    Collaboratore regolare al NY TID su questioni ecologiche, alla nostra pubblicazione sorella. Vive a Copenaghen.
    Annunciati tutor e programma aperto per la seconda sessione di Ex Oriente Film 2021Organizzato dall'Institute of Documentary Film in collaborazione con #FAMU, il workshop della seconda sessione Ex Oriente Film 2021...
    Ji.hlava IDFF festeggia 25 anni con l'annuncio del programma completoIl 25esimo Ji.hlava IDFF prende il via tra due settimane e celebra un quarto di secolo. Trecento film, compreso l'ultimo ceco...
    IDFA annuncia 62 progetti selezionati per il mercato di cofinanziamento/coproduzione del Forum IDFA 2021IDFA ha annunciato i 62 progetti documentari selezionati per IDFA Forum 2021. Celebrando la sua 29a edizione quest'anno da...
    NATURA: Dal mare selvaggio (regia: Robin Petré)Il rapporto tra uomo e animali degli oceani minacciato dai cambiamenti climatici e da tempeste violente sempre più frequenti.
    SCHIAVITÙ: Diciamo Rivoluzione (regia: Elisabeth Perceval, …)Eterne storie umane di sofferenza raccontate come un viaggio sciamanico.
    MEDIA: Canzoni in bottiglia 1-4 (regia: Chloé Galibert-Laîné, …)Terrorismo, cinema e propaganda: come l'ISIS ha adottato i mezzi occidentali per raggiungere un pubblico internazionale.
    URBANIZZAZIONE: Nest (regia: Josefina Pérez-Garcia, …)Mentre gli esseri umani trasformano incessantemente i paesaggi in base alle loro esigenze, sorge la domanda: è possibile una coesistenza pacifica con altre specie?
    GIORNALISMO: F @ ck questo lavoro (regia: Vera Krichevskaja)La storia dell'ultima emittente televisiva nazionale indipendente russa.
    INVECCHIAMENTO: Le temps perdu (regia: Maria Alvarez)Che cosa può raccontarci un gruppo di pensionati impegnati in piacevoli ore a leggere Proust sul mondo in cui viviamo oggi?
    - Annuncio pubblicitario -

    Ti potrebbe piacere ancheRELATIVA
    Consigliato a te

    X